Teatro

Il proscenio di Après-coup nasce nel 2017 come spazio scenico non convenzionale con l’intento di presentare (o di riproporre) spettacoli teatrali in un luogo diverso da quelli tradizionali. Ci siamo concentrati soprattutto su lavori drammaturgici al femminile e su testi che raccontano il reale in modo anticonvenzionale e disincantato. Sul proscenio di Après-coup artisti e spettatori si trovano faccia a faccia in uno scambio diretto di emozioni, impulsi, riflessioni meditate e pensieri estemporanei.

 

ERIDNISSUN MEDRA

Nella Bassa Padana, un bambino viene ucciso da un gerarca ubriaco. Devastata dal dolore e dalla rabbia, la madre affronta l'omertà dei compaesani e l'arroganza del potere, ma il desiderio di giustizia sfuma progressivamente nello spirito di vendetta, incarnato dalle Erinni. Suggestioni emiliane per un grammelot tragico, sarcastico e furente, a narrare una vicenda realmente accaduta.

"Fatemi una ecografia del cuore, adesso. Fatemi una radiografia. Ho schegge di parole, ho lame. E gli occhi di Domitilla Colombo, il suo corpo esile scosso dal dolore, scosso dalla disperazione che si fa coraggio, quello di una madre che chiede giustizia per la morte del figlio, un piccolo angelo, ucciso dall'arroganza fascista. Un grido lacerante, il dito puntato contro l'indifferenza.
Una storia vera a cui restituisce nuova vita il talento drammaturgico di Danilo Caravà con una lingua che è un gramelot dalle forti radici: l'Emilia, la sua terra, le sue donne. Un capolavoro di scrittura e di interpretazione".

(Recensione di Anna Nicoli, attrice)


DI DANILO CARAVÀ
CON DOMITILLA COLOMBO

INGRESSO 15 EURO
PRENOTAZIONI
info@apres-coup.it
02.38243105 (telefonare dalle 17.00 in poi dal martedì al sabato)

ORARIO 21.30
(Per rispetto verso gli artisti e gli altri ospiti si prega di non presentarsi oltre le 21.00)

EVENTI TRASCORSI

Cosa sarà mai

Parlare di fertilità, maternità, femminilità al giorno d’oggi è difficile. Non tanto perché si voglia rompere un archetipo narrato dai ...
Leggi tutto

Il mio nome è Cassandra

“Il mio nome è Cassandra” è un monologo in cui un’attrice denuncia lo Stato per violento abbandono e recita la ...
Leggi tutto

L’incendio di via Keplero

È il racconto dell’incendio di un caseggiato milanese, con i suoi numerosi abitanti alle prese col divampare del fuoco; ognuno ...
Leggi tutto

SENZA PASSARE DAL VIA. Di e con Davide Verazzani

Imprevisti, Probabilità, Parco delle Vittorie, Vicolo Corto…. Alzi la mano chi non ha mai giocato a Monopoli in vita sua ...
Leggi tutto

CRAMPI, uno studio. Di e con Alice Redini.

“Crampi, uno studio”. Alice Francesca Redini si ispira al romanzo FAME di Knut Hamsun per chiederci di “cosa realmente siamo ...
Leggi tutto

Teatro-canzone: 12/11 h. 21:30 SENTIMENTO POPOLARE – AUTRICI

Camilla Barbarito (voce) Fabio Marconi (chitarra) Il carattere e le alte temperature di una varietà di canzoni popolari scritte da ...
Leggi tutto

UNA SERA CON SCHIAP – Un’intervista impossibile di Antonio Mancinelli a Elsa Schiaparelli (A. Mancinelli – M.E. D’Aquino)

Un’intervista impossibile di Antonio Mancinelli a Elsa Schiaparelli con Antonio Mancinelli, giornalista e scrittore di moda e costume e Maria ...
Leggi tutto

Terra di abbandono – Monica Faggiani/Valentina Ferrari

TERRA DI ABBANDONO 𝐌𝐨𝐧𝐢𝐜𝐚 𝐅𝐚𝐠𝐠𝐢𝐚𝐧𝐢 𝐞 𝐕𝐚𝐥𝐞𝐧𝐭𝐢𝐧𝐚 𝐅𝐞𝐫𝐫𝐚𝐫𝐢 𝐂𝐚𝐫𝐥𝐨 𝐙𝐞𝐫𝐫𝐢 𝐚𝐥 𝐩𝐢𝐚𝐧𝐨𝐟𝐨𝐫𝐭𝐞. Produzione Teatro dell’Allodola – Le Irriverenti “𝑁𝑒𝑠𝑠𝑢𝑛𝑜 𝑙𝑎𝑠𝑐𝑖𝑎 ...
Leggi tutto

Direzione Artistica Laura Tassi

Sei un artista/musicista e vuoi proporci un progetto?
CLICCA QUI!