Teatro – Sulla difficoltà di dire la verità

View Calendar
2019-02-07 20:30 - 22:00

OFFERTA LAST MINUTE: INGRESSO A 12 EURO!

Teatro – Sulla difficoltà di dire la verità

Lo spettacolo prende avvio da un saggio politico-letterario di Bertolt Brecht dal titolo Cinque difficoltà per chi scrive la verità. Scritto nel 1934, dopo l’avvento di Hitler al potere, esso è stato per il drammaturgo tedesco in esilio quasi un manuale di strategia militare attraverso cui enunciare le regole programmatiche per dire la verità ai deboli e combattere la menzogna dei potenti.

ErosAntEros decide di divulgare questo testo assieme ad alcune poesie di Brecht legate al tema della “difficoltà di dire la verità” all’interno di una forma tutta concentrata sul piano sonoro-vocale e l’esecuzione dal vivo, della performance vocale di Agata Tomsic, in scena, e del live electronics di Davide Sacco, dalla consolle in regia.
L’operazione che ErosAntEros compie trova esplicazione nel procedimento che Walter Benjamin chiamava citazione. Esso espiantava un segmento del passato carico di adesso (che costituiva una risposta alla situazione politica dell’oggi) e lo innestava nel presente, in maniera simile a come la compagnia si propone di fare attraversando dal vivo il testo scelto, convinta che possa essere utile per prendere coscienza del nostro presente per modificarlo.
Si tratta per la coppia di un nuovo modo di concepire il proprio ruolo all’interno della società, che trasforma il gesto artistico in atto politico, rivolgendolo tutto verso l’altro.
Una lotta per diffondere un testo in cui si crede e a cui si da adesione, seguendo la convinzione che il libro è un arma (Brecht) e che l’arte deve avere la forza di proiettarsi contro l’osservatore come un proiettile (Benjamin).

“Chi ai nostri giorni voglia combattere la menzogna e l’ignoranza e scrivere la verità, deve superare almeno cinque difficoltà. Deve avere il coraggio di scrivere la verità, benché essa venga ovunque soffocata; l’accortezza di riconoscerla, benché venga ovunque travisata; l’arte di renderla maneggevole come un’arma; l’avvedutezza di saper scegliere coloro nelle cui mani essa diventa efficace; l’astuzia di divulgarla fra questi ultimi. Tali difficoltà sono grandi per coloro che scrivono sotto il fascismo, ma esistono anche per coloro che sono stati cacciati o sono fuggiti, anzi addirittura per coloro che scrivono nei paesi della libertà borghese.” (Bertolt Brecht, Prologo a Cinque difficoltà per chi scrive la verità)

——————————
INGRESSO: 12 euro.
Info e prenotazioni: proscenio@apres-coup.it oppure 02.38243105

Per rispetto degli artisti e degli altri ospiti, si prega di presentarsi entro e non oltre le 20:10.