Una sera con Oscar Wilde – Le favole – Ferdinando Bruni

25 settembre ore 21:30

Ferdinando Bruni continua il suo viaggio nelle opere di Oscar Wilde e dedica alle Fiabe questa ricognizione.
Il principe felice, L’usignolo e la rosa, Il gigante egoista, L’amico devotoWilde scrisse questi racconti per i figli Cyril e Vyvyan o meglio li trascrisse dopo averglieli raccontati con la sua fantasmagorica arte di affabulatore.

Forse nel ricordo delle favole che sua madre, la combattiva Lady Speranza, gli aveva narrato nel corso della sua infanzia dublinese, Wilde costruisce per i suoi figli una delicata, poetica, a volte struggente e a volte ironica educazione morale: combattere egoismo e avidità, non vantarsi dei propri privilegi, aiutare chi ha meno di noi, soccorrere chi è in difficoltà.

Una rilettura sognante dei principi più nobili del cristianesimo sociale. Per un paradosso crudele fu proprio per l’accusa di un delitto contro la rigida e ipocrita morale vigente che a Oscar Wilde fu impedito di vedere i suoi figli negli ultimi, dolorosi cinque anni della sua vita.

Affidati alla custodia della famiglia materna ai bambini fu perfino imposto un nuovo cognome per cancellare ogni ricordo del loro infelice e glorioso padre.

Ascoltare insieme questi racconti in uno spazio intimo e suggestivo come Après-coup sarà un po’ come tornare magicamente al momento in cui furono creati, accanto a due lettini, in una fumosa notte vittoriana nel quartiere di Chelsea a Londra.

Una sera con Oscar Wilde – Le favole – Ferdinando Bruni